Italy News

scoperto parrucchiere con 10 lavoratori in nero – LiveUnict


Nell’ambito dell’operazione “Buon Natale sicuro”, i carabinieri hanno intensificato i controlli in centro e in periferia: sono state elevate numerose sanzioni.

Con l’entrata nel periodo festivo, per consentire ai cittadini catanesi e ai turisti in visita nel capoluogo etneo di poter godere le giornate natalizie all’insegna della sicurezza, il comando provinciale dei Carabinieri ha dato il via all’operazione “Buon Natale sicuro”: una serie di controlli e pattugliamenti intensificati, atto a mantenere la sicurezza pubblica.

Agli agenti appartenenti al comando dei Carabinieri di piazza Dante si sono uniti anche i militari del nucleo del reggimento Sicilia e del nucleo Ispettorato del Lavoro: insieme, in seguito a diversi controlli, sono state elevate sanzioni e presentate alla Prefettura alcune denunce. In particolare, in seguito ai controlli fatti in strada, sono stati denunciati come utilizzatori di stupefacenti quattro ragazzi dai 21 ai 28 anni, scoperti con delle piccole quantità di marijuana.

Sempre nell’ambito dei controlli in strada, sono stati multati e denunciati un cittadino catanese di 48 anni e uno romeno di 24 anni: perquisendo le loro automobili, gli agenti hanno trovato un coltello e un bastone lungo, considerate entrambe “armi o oggetti atti ad offendere”. L’ispettorato del Lavoro, invece, ha proseguito i propri controlli spostandosi dal centro città alla periferia, in particolare nel quartiere Cibali.

Ed è stato in seguito a questi controlli che sono state elevate salatissime sanzioni per il gestore di un’autorimessa, al quale è stato contestata la mancanza dell’autorizzazione per l’installazione dell’impianto di videosorveglianza, e la presenza di un dipendente in nero, sprovvisto di visita medica così come il resto degli impiegati messi in regola.

Una situazione più grave è stata rilevata presso un parrucchiere sito nel quartiere “Cibali”: sono stati trovati ben dieci lavoratori in nero, mai sottoposti alla visita medica: per il proprietario del salone è arrivata un’altissima sanzione amministrativa pari a ben 36mila euro.





Source link

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button