Italy News

Polpette vegetali Almaverde Bio richiamate per errore nella scadenza


polpette curcuma semi di girasole almaverde bioI supermercati Coop e Il Gigante hanno segnalato il richiamo precauzionale da parte del produttore di un lotto di polpette vegetali biologiche curcuma e semi di girasole a marchio Almaverde Bio perché la data di scadenza riportata sull’astuccio di cartone e quella sul film della vaschetta non coincidono. Il prodotto interessato è venduto in confezioni da 160 grammi con il numero di lotto L. CC48 e riporta sull’astuccio la data di scadenza 29/12/2023 (sbagliata) mentre sulla vaschetta è presente la scadenza 29/01/2023 (corretta).

Le polpette vegetali richiamate sono state prodotte per Compagnia Italiana Alimenti Biologici e Salutistici s.r.l dall’azienda Gastronomica Roscio srl nello stabilimento via Madonnina 32, a Vidigulfo in provincia di Pavia.

A scopo precauzionale, l’azienda precisa che le polpette segnalate sono sicure per il consumo entro la data di scadenza corretta, quella sul film plastico interno. Tuttavia, i consumatori che lo preferiscono possono comunque restituire il prodotto presso il punto vendita di acquisto.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero 0545 63966 oppure scrivere all’indirizzo email qualita@natura-nuova.com

Dal primo gennaio 2022 Il Fatto Alimentare ha segnalato 176 richiami, per un totale di 311 prodotti. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata Foto: Fotolia (copertina), ministero della Salute

Da 12 anni Ilfattoalimentare racconta cosa succede nel mondo dei supermercati, quali sono le insidie nelle etichette, pubblica le sentenze sulle pubblicità ingannevoli oltre che segnalare il lavoro delle lobby che operano contro gli interessi dei consumatori.

Il nostro è un sito indipendente senza un editore, senza conflitti di interesse e senza contributi pubblici. Questo è possibile grazie ai banner delle aziende e alle migliaia di lettori che ogni giorno ci leggono e ci permettono di sfiorare 20 milioni di visualizzazioni l’anno, senza farcire gli articoli con pubblicità invasive. Ilfattoalimentare dà l’accesso gratuito a tutti gli articoli.

Sostienici, basta un minuto clicca qui. Se vuoi puoi anche farlo con un versamento mensile.

Roberto La Pira

1





Source link

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button