Italy News

posti e requisiti – LiveUnict


Concorso Ministero della Cultura: requisiti, prove e date. Di seguito tutte le info utili per poter inviare la propria domanda di partecipazione.

È stato indetto un nuovo concorso Ministero della Cultura per il reclutamento di 118 funzionari a tempo indeterminato. Il termine per la presentazione delle domande è il 9 gennaio 2023. Ecco tutte le info da sapere prima di inoltrare la propria domanda.

Concorso Ministero della Cultura: i posti

I posti sono così distribuiti:

  • n. 268 unità: profilo professionale Funzionario Archivista di Stato (Codice 01);
  • n. 130 unità: profilo professionale Funzionario Bibliotecario (Codice 02);
  • n. 15 unità: profilo professionale Funzionario Restauratore Conservatore (Codice 03);
  • n. 32 unità: profilo professionale Funzionario Architetto (Codice 04);
  • n. 35 unità: profilo professionale Funzionario Storico dell’Arte (Codice 05);
  • n. 20 unità: profilo professionale Funzionario Archeologo (Codice 06);
  • n. 8 unità: profilo professionale Funzionario Paleontologo (Codice 07);
  • n. 10 unità: profilo professionale Funzionario Demoetnoantropologo (Codice 08).

Per gli interessati al concorso Ministero della Cultura e alle varie posizioni è consigliato scaricare il bando e leggerlo attentamente.

Il 30% dei posti è riservato, per ciascuno dei codici di concorso sopra indicati, ai volontari delle Forze Armate. Per l’espletamento della procedura concorsuale, la Commissione interministeriale RIPAM, ferme le competenze delle commissioni esaminatrici, si avvarrà anche di Formez PA.

Requisiti generali

Il concorso del Ministero della Cultura 2022 da 518 posti è rivolto a candidati in possesso dei requisiti generali di seguito elencati:

  • cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell’Unione europea oppure di altre categorie riportate nel bando;
  • età non inferiore ai diciotto anni;
  • titoli di studio, riportati nel paragrafo successivo, in relazione ai singoli profili professionali;
  • idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui il concorso si riferisce;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • inclusione nell’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o non essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego statale;
  • assenza di condanne penali passate in giudicato per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • per i candidati di sesso maschile, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva secondo la vigente normativa italiana.

Procedura selettiva

La procedura selettiva del concorso Ministero della Cultura 2022 sarà espletata attraverso:

  • una prova scritta distinta per i codici concorso, da svolgersi esclusivamente mediante l’utilizzo di strumenti informatici e piattaforme digitali, anche in sedi decentrate e anche con più sessioni consecutive non contestuali;
  • una prova orale, distinta per i codici concorso, riservata ai candidati che avranno superato la prova scritta di cui al punto precedente; la prova orale può essere svolta in videoconferenza, tramite l’utilizzo di strumenti informatici e digitali;
  • valutazione dei titoli, distinta per i codici concorso, solo a seguito dello svolgimento della prova orale, con esclusivo riferimento ai candidati risultati idonei alla prova e sulla base delle dichiarazioni rese dagli stessi nella domanda di partecipazione.

 Concorso Corte dei Conti 2022, bando in scadenza: i requisiti






Source link

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button